Indietro
LV The Book

IL BAULE DEI GIOIELLI

Frugando tra gli archivi della Maison, abbiamo trovato...

Viva i precursori dei moderni iconoclasti! Siamo nel 1989: Ben, César e Arman, inquieti rappresentanti del nouveau réalisme degli anni sessanta, mettono il loro irriverente genio creativo al servizio della Maison Louis Vuitton. Per l’inaugurazione della sede in avenue Montaigne 54, i tre escogitano una bella trovata. Si presentano con un bauletto di cartone, fragile, ambizioso e decorato dal mitico Monogram. All’interno del precario cofanetto, tre gioielli destinati ai posteri: una spilla in stile “accumulo” per Arman, un ciondolo-contenitore modello rustico, su cui Ben ha scritto, con la sua celebre grafia: “Questo ciondolo potrebbe contenere un diamante”, e una spilla modello “compressione” per César, maestro delle automobili schiacciate. Realizzato in 850 esemplari, di cui 25 firmati dagli artisti, questo baule è un concentrato di folle divertimento, di semplici materiali e nobile savoir-faire. In altre parole, il mondo in miniatura.

Per migliorare la sua esperienza di lettura del magazine LV THE BOOK usi l’applicazione LV PASS, potrá scannerizzare gli articoli stampati. Per accedere ai contenuti esclusivi e alle informazioni sui nostri articoli scarichi l’applicazione LV Pass per iTunes e Google Play.

Tag: Baule, Monogram