Sostenibilità 12/09

Impegnarsi nella Creatività Circolare

I prodotti Louis Vuitton sono stati progettati per durare. In ogni fase del processo creativo, analizziamo l'impatto ambientale di ciascuna delle nostre creazioni durante il loro ciclo di vita: preserviamo la biodiversità regolando l'uso di materie prime, in particolare attraverso materiali riciclati e di origine biologica, contribuiamo allo sforzo climatico consumando meno energia nella produzione dei nostri materiali, e integriamo la riparabilità fin dalle prime fasi del processo creativo. Entro il 2020, il 33% delle nostre categorie di prodotti è già stato sottoposto a una valutazione del ciclo di vita (LCA).

IL NOSTRO IMPEGNO:

RISPONDERE A UN PROCESSO DI ECODESIGN PER IL 100% DEI NOSTRI PRODOTTI ENTRO IL 2025

RECUPERARE IL 100% DEI MATERIALI UTILIZZATI DURANTE I NOSTRI EVENTI E NELLE NOSTRE VETRINE ENTRO IL 2025

Eco-design dei nostri prodotti

Immaginiamo cicli creativi innovativi per perfezionare la sostenibilità dei nostri prodotti.

Riduzione delle materie prime vergini:

Prototipazione 3D: Tutte le fasi di prototipazione delle nostre creazioni sono state ripensate per ridurre il volume dei materiali utilizzati, dalla digitalizzazione dei modelli alla stampa 3D. Grazie a questa tecnologia innovativa e agile, si possono fare aggiustamenti o variazioni di colore in tempo reale: queste infinite possibilità facilitano la creatività eliminando lo spreco di materiale.

Massimo sfruttamento del nostro stock inutilizzato:

Ottimizziamo l'uso dei materiali attraverso l'impiego di materiali riciclati e di origine biologica: dal 2019, i volumi di materiali riciclati sono in aumento nelle nostre collezioni, come LV Felt (2021), composta da lana, poliestere e plastica riciclati, ma anche Charlie, la prima sneaker unisex firmata Louis Vuitton, composta al 90% da materiali riciclati e di origine biologica.
Ottimizzare l'uso delle nostre materie prime è una delle nostre priorità. Nel 2018, la nostra Maison ha acquisito un proprio centro di riciclaggio per pelli e tessuti inutilizzati.
Come parte integrante di questa iniziativa, è stato creato uno showroom permanente dedicato, per far sì che i team ne traggano ispirazione.
Il riutilizzo di questi stock è ora parte integrante dell'approccio creativo dei nostri team nello sviluppo di qualsiasi nuova collezione.
Uno dei risultati concreti di questa dinamica di riutilizzo è l'utilizzo di più di 9.000 m2 di pelle inutilizzata e poi trasformata in circa 130.000 strisce della stessa pregiata per la creazione delle nostre vetrine durante l'estate del 2019.

Upcycling dei nostri prodotti:

L'upcycling significa trasformare i prodotti in nuovi pezzi con un valore aggiunto, sia esso utilitario e/o estetico. Svelata alla prima sfilata di Virgil Abloh per Louis Vuitton nel 2019, l'iconica LV Trainer ha trovato una nuova dimensione responsabile nel 2020.
Le sneakers della collezione primavera-estate 2021 sono state disegnate a partire dai primi modelli del 2019. Un nuovo processo di fabbricazione al servizio della creatività circolare, il cui approccio ottimizza gli stock esistenti.
Lanciata nel 2019, "Be Mindful" è stata la prima collezione di Louis Vuitton realizzata sul modello di upcycling. La collezione ha dato una seconda vita alla seta, che è stata quindi utilizzata per creare nuovi disegni per accessori tessili e bigiotteria.

Ottimizzazione dell'uso a fine vita:

Stiamo aumentando il numero di progetti volti a ridurre i nostri rifiuti residui e a dare una seconda vita ai nostri scarti di produzione.
Ad esempio, ricicliamo i nostri scarti di pelle in rinforzi per le nostre borse o li combiniamo con la carta per creare nuovi materiali: è il caso delle shopping bag Papier Cuir in pelle utilizzate per i nostri grandi eventi.
Attiviamo anche canali esterni di riutilizzo (rivendita a giovani designer o giovani marchi in Europa attraverso la piattaforma Nona Source, donazioni ad associazioni e centri medici) e di riciclaggio (creazione di materie prime secondarie per uso industriale).

Miglioramento della durabilità dei nostri prodotti

I nostri servizi di manutenzione e riparazione:

I nostri laboratori di riparazione in tutto il mondo garantiscono la durata dei prodotti Louis Vuitton, che si tramandano di generazione in generazione. Ogni riparazione è stata già pensata nella fase di progettazione del prodotto. Quando è necessario, i nostri laboratori attingono a ricambi preziosamente conservati senza utilizzare nuovi materiali, riducendo l'utilizzo di materie prime vergini.

Boccette di profumo ricaricabili: Personalizzabili tramite incisione, tutti i flaconi di profumo Louis Vuitton possono essere ricaricati in pochi secondi in negozio grazie a un sistema unico di refill di profumo. Questa innovazione, che fa da eco a Fontaines Parfumées, il nostro laboratorio di creazione di profumi nel cuore di Grasse, prolunga la vita della boccetta. Il nostro approccio di eco-design si riflette anche nella fase di progettazione con la creazione di un unico stampo industriale per tutte le nostre bottiglie, ottimizzando così l'uso delle materie prime e adeguando gli strumenti e i processi di fabbricazione.

Eco-design dei nostri eventi e delle vetrine

Il nostro obiettivo: ridurre l'impronta ecologica delle nostre sfilate, mostre e vetrine durante tutto il loro ciclo di vita.

Riduzione delle materie prime:

L'approccio di eco-design di Louis Vuitton riduce l'impatto delle nostre vetrine sulla biodiversità.

I banchi di pesci che adornavano le nostre finestre durante l'estate del 2020 erano fatti di plastica riciclata, anche proveniente dai detriti marini riciclati.
La nostra sfilata maschile primavera/estate 2020 è stata ambientata in Place Dauphine a Parigi e non ha richiesto la produzione di alcun elemento aggiuntivo. Di conseguenza, questo evento non ha generato alcun rifiuto strutturale. I pochi elementi del set come tavoli e sedie sono stati affittati o acquistati e, una volta finito lo spettacolo, sono stati ripresi dai nostri partner del settore culturale per essere riutilizzati.

Ottimizzazione della fine dell'uso dei materiali:

La nostra performance

dei materiali utilizzati nei nostri eventi principali nel 2020 sono stati recuperati.

Riutilizzo

di travertino, una pietra calcarea naturale utilizzata per pavimentare il pavimento della sfilata maschile Autunno-Inverno 2021 di Louis Vuitton, sono stati riutilizzati nei nostri laboratori di Beaulieu e Vendôme Villiers.

Donazioni

degli elementi utilizzati per creare la scenografia della sfilata primavera-estate 2021 di Louis Vuitton Donna a La Samaritaine (legno e tessuto) hanno avuto nuova vita grazie al loro riutilizzo nel settore della creazione audiovisiva.

Reciclo

dei materiali utilizzati per la costruzione della scenografia della sfilata Uomo Primavera-Estate 2021 a Shanghai, principalmente metallo e legno, sono stati riciclati grazie ai nostri team e ai nostri partner in loco.

Scopri di più